Webinar - Come cambia l'acquisto dei software per le Pubbliche Amministrazioni

 

Cloud first - e in particolare SaaS first - sono le parole d'ordine delle due circolari, due documenti con cui AgID attua le indicazioni del Piano Triennale relative alla evoluzione delle modalità di procurement dei software per le PA e alla trasformazione verso un modello di software sostenibile e scalabile che apporti maggiore flessibilità e velocità alle soluzioni software con cui le PA organizzano i servizi erogati ai cittadini e alle imprese.

L'articolo 68 del Codice dell'Amministrazione Digitale (CAD) indica quelle che sono le modalità ed i criteri con i quali le pubbliche amministrazioni devono realizzare una valutazione comparativa per decidere la modalità di acquisizione di un software.
Il processo decisionale si articola in tre fasi:

  • individuazione delle esigenze;
  • analisi delle soluzioni a riuso delle PA e delle soluzioni open source;
  • analisi delle soluzioni proprietarie Cloud/SaaS first.

Dal 1° aprile 2019 le Pubbliche Amministrazioni potranno acquisire solo servizi cloud qualificati e dovranno verificare che le soluzioni software adottate (in riuso, open source, proprietarie) possiedano la conformità alla normativa.

Durante il webinar che si è tenuto giovedì 24 gennaio 2019 alle ore 11.00Luigi Zanella - Responsabile Business Innovation & Development - di Dedagroup Public Services ha affrontato il tema per chiarire meglio tutte le novità e per comunicare quali benefici il SaaS certificato potrà portare alle PA.